Skip to content Skip to footer

“Non esiste una reale separazione tra suono e silenzio, ma soltanto tra l’intenzione di ascoltare e quella di non farlo.”
John Cage

Non dimenticare di esistere tramite
la forza sprigionata dall’oggetto
l’oggetto come varco per la nostra
concretezza, in questo mondo,
in questo modo

qualcosa che parla per noi
qualcosa che parla di noi
qualcosa che noi crediamo di possedere,
di essere

nuovi silenzi si affacciano
fisici, concreti, ingombranti
come i sogni del mattino
come il nostro essere caduco
come la nostra infinita precarietà

secco
come il suono prima della parola
come la differenza fra l’oggetto e la cosa
tra il possesso e la causa
tra la materia e la proiezione

Sostienici

Speriamo che ti sia piaciuto questo articolo. Per consentirci di proseguire nella nostra opera libera e indipendente, ti invitiamo a sostenerci

This Pop-up Is Included in the Theme
Best Choice for Creatives
Purchase Now